"...qualunque sia la meta, il modo con cui deciderete di percorrere la strada potrà fare la differenza"

brokenLa mediazione familiare è un percorso volontario utile alle famiglie che affrontano momenti particolarmente complessi come la separazione o i disagi da essa derivanti.

Garantisce un supporto alle coppie, sposate o conviventi con o senza figli, in situazioni di bassa o alta conflittualità, in fase di separazione o divorzio.

L'attività professionale offerta dal mediatore mette al centro le persone che diventano artefici del loro destino. Poiché accompagnate da un professionista procedono a riorganizzare la propria famiglia e a trovare accordi che soddisfino tutte le parti coinvolte.

 

Perché scegliere la Mediazione

La mediazione familiare è una scelta vincente perché:

  • riduce il conflitto;
  • riattiva una comunicazione efficace;
  • è un percorso di crescita personale e genitoriale;
  • le parti decidono il loro futuro; rimette al centro i figli;
  • permette di ottenere gli accordi di separazione consensuale;
  • è un percorso breve;
  • riduce i costi della separazione.

 

I destinatari della Mediazione Familiare

coppia

La Mediazione Familiare si rivolge alle coppie che affrontano momenti di bassa o alta conflittualità  e si adatta alle diverse tipologie di coppie e alle differenti tappe della crisi:

  • nei momenti di alta o bassa conflittualità quando la crisi è presente ed entrambi i partners non sanno qual è il percorso opportuno da intraprendere;
  • quando uno dei due partner è deciso per la separazione e l’altro non riesce ad accettarlo;
  • quando la decisione di separarsi è chiara per entrambi;
  • nelle coppie separate di fatto, nella quali è ancora in essere il conflitto e per le quali sia necessaria una gestione dei livelli di rabbia per poter proseguire nella ricomposizione della vita delle parti, sia da un punto di vista economico che organizzativo dei tempi e degli spazi per se stessi e per i figli;
  • nelle coppie separate legalmente, quando le condizioni di separazione non sono rispettate, provocando livelli di conflitto nocivi per il benessere di tutte le parti coinvolte;
  • nelle coppie separate da tempo o divorziate, nel momento in cui gli accordi presi in Tribunale, anche se efficienti per un periodo della propria vita, creano momenti di squilibrio e conflitto, poiché non sono più funzionali alla famiglia che con il passare del tempo ha mutato le proprie condizioni di vita, che necessitano di una riformulazione degli accordi. 

 

La Figura del Mediatore Familiare

helpIl mediatore familiare è un professionista, esperto nella gestione dei conflitti, con una formazione specifica che prevede l'acquisizione di competenze nell'ambito giuridico, psicologico, educativo, sociale e con particolari abilità di negoziazione.

Il mediatore è una figura neutrale che non parteggia per nessuna delle parti e non ne giudica l'adeguatezza. Il suo obiettivo principale è la riattivazione dei canali comunicativi interrotti dal conflitto, ha il compito di favorire forme di cooperazione, stimolando i partner nell'esplorazione dei loro effettivi problemi per una risoluzione concreta ed efficace che lavori nel qui ed ora e non sia ancorata al passato ma proiettata verso una nuova organizzazione familiare futura.

Nello specifico il mediatore collabora ad attribuire senso alle molteplici informazioni riportate dalla coppia, aiutandoli a sintetizzarle, organizzarle e depurarle dal rancore/ostilità originati dalla crisi, per far sì che emergano capacità e risorse personali, utili per individuare nuovi schemi e mappe d’azione funzionali alla nuova condizione familiare.

Il mediatore, dunque, guida le parti in un percorso di riorganizzazione delle relazioni intrafamiliari, affinché ognuna si dia la possibilità di elaborare un nuova impostazione di vita soddisfacente per sé e per l'altro, dove entrambi possano esercitare i loro diritti e le loro responsabilità salvaguardando il benessere di tutti i soggetti che direttamente o indirettamente vi partecipano, con particolare attenzione per i figli, che subiscono l’evento.

 

Mediazione e Giurisprudenza

La Mediazione familiare non sostituisce l'iter giudiziario, ma può completarlo con modalità innovative.

Il percorso di Mediazione può essere utilizzato in qualunque momento della separazione, ma sarebbe opportuno intraprenderlo prima di un giudizio in Tribunale, o comunque se l'iter è già in essere andrebbe sospeso fino al termine della stessa Mediazione.

I genitori possono consultare un proprio legale di fiducia in ogni momento lo ritengano opportuno: prima, durante o dopo la Mediazione.

Gli accordi raggiunti dalla coppia senza l'interferenza di terzi, non vincolano giuridicamente le parti, ma possono essere sottoposti al proprio avvocato affinché avvii una procedura legale congiunta. 

Mediazione Familiare Carpi
cell 338.8704830 - info@mediazionefamiliarecarpi.it